Segui La Nuova Tribuna su Telegram (clicca qui e iscriviti al canale) o su WhatsApp (clicca qui e registrati)


 

Sembrano ripartite le vaccinazioni a domicilio degli anziani disabili. Stamattina i medici della Asl Roma 5 hanno somministrato la prima dose a un’anziana che l’aveva prenotata il 3 marzo

Per la signora di Artena che aveva prenotato il vaccino a domicilio il 3 marzo è arrivata la prima dose. A riferirlo è il figlio, che la settimana scorsa aveva denunciato la lunga attesa per la vaccinazione. “Stamane sono andati i medici della ASL ed hanno somministrato la prima dose a mamma” ha raccontato, lanciando così un messaggio di speranza per tutti gli altri anziani disabili che attendono il vaccino Pfizer a domicilio.

Il vaccino Pfizer è l’unico raccomandato per le persone fragili o estremamente vulnerabili. Nelle settimane scorse si è verificata una carenza di dosi fornite ai medici di base e messe a disposizione per la vaccinazione a domicilio. Questo avrebbero comportato il rallentamento delle vaccinazione. Malgrado ciò sono molte le strutture che somministrano quel preparato (clicca qui per l’elenco) e che si possono prenotare dal sito della Regione.

È infine notizia di pochi giorni fa che ai medici di base non sarà più consegnato il vaccino Pfizer. Ciò significa dunque che i vaccinatori delle Asl dovranno pensare alle persone che hanno patologie importanti e non si possono muovere da casa.

Metti "Mi piace" per rimanere aggiornato

Non perderti nemmeno una notizia Seguici su Google News

Comments are closed.