Sabato la squadra della As Luiss ha incontrato gli studenti del liceo e i dipendenti dell’Avio di Colleferro

Il fair play del rugby è entrato sabato al liceo “Marconi” di Colleferro con l’AS Luiss Avio. Gli sportivi hanno incontrato gli studenti in una giornata sul tema “Insieme… una meta per l’etica”. Coraggio, collaborazione, fiducia e rispetto sono i valori tipici della “palla ovale” che sono stati trasmessi agli studenti. “Volevamo ripartire con lo sport – ha detto Paolo Del Bene, direttore dell’AS Luiss -, e lo abbiamo fatto spiegando ai ragazzi le azioni e le regole del rugby, metafora della vita di tutti i giorni, tra cui il terzo tempo che chiude il match senza rancore come il vero sport insegna”.

Dopo la dimostrazione in palestra, coordinata dal coach Giampietro Granatelli, la squadra si è spostata nello stabilimento Avio di Colleferro. Lì i rugbisti hanno incontrato una rappresentanza degli ottocento tecnici che costruiscono i razzi “Vega”, utilizzati per lanciare in orbita i satelliti. Anche da quel confronto è scaturito un messaggio di fair play: “Cerchiamo sempre – ha detto Stefano Bottaro, di Avio – di trasmettere i nostri valori aziendali, come la collaborazione e il supporto a un collega in difficoltà”.

Metti "Mi piace" per rimanere aggiornato

Non perderti nemmeno una notizia Seguici su Google News

Tags:

Comments are closed.