Il Comune ha approvato gli atti per trovare un farmacista che gestisca la farmacia comunale per sei mesi. La gara sarà fatta tramite Me.Pa. (mercato elettronico della Pubblica amministrazione): si tratta di una procedura negoziata

Il Comune di Artena è alla ricerca di un farmacista che gestisca la farmacia comunale per sei mesi, così da porre un primo rimedio alla crisi farmaceutica kafkiana che sta attanagliando la città (clicca qui per capire cosa sta succedendo). Il bando per la ricerca di un farmacista è stato approvato in questi giorni dagli uffici comunali e la gara sarà svolta tramite piattaforma Me.Pa, cioè il mercato elettronico della Pubblica Amministrazione.

Il bando approvato prevede una gestione in concessione per sei mesi e si presume che il valore della concessione sia di 220 mila euro, poi corretto in poco più di 38 mila euro. Chi vorrà aggiudicarsi la concessione dovrà offrire una garanzia fideiussoria o una cauzione pari al 2% del presso a base d’asta. Inoltre dovrà corrispondere al Comune di Artena il 10% del fatturato quale canone concessorio. Il termine per presentare offerte è il 17 gennaio prossimo. Va detto però che la gara consiste in una “procedura negoziata”, cioè una selezione ad invito tra almeno cinque operatori economici scelti dall’ente (aggiornamento del 9/1/2020 alle 20.19).

Intanto proprio questa mattina l’Amministrazione comunale artenese ha nominato gli avvocati che dovranno insinuarsi nello stato passivo del fallimento della Farmacie Farmaca spa, unico socio della Farmacie Artena sas, oltre a chiedere a quest’ultima i soldi che il Comune da tempo reclama per la gestione della Farmacia comunale.

Lascia un commento

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*