VIDEO – Colleferro, lucchetto tricolore chiude Colle Fagiolara. Sanna: “Inizia il post-mortem”

Mandalo ai tuoi amici


Segui La Nuova Tribuna su Telegram (clicca qui e iscriviti al canale) o su WhatsApp (clicca qui e registrati)


 

Centinaia di persone insieme ai Sindaci e ai Consiglieri regionali di tutta la zona stamattina hanno celebrato la chiusura di Colle Fagiolara, la discarica più grande del Lazio. La video-intervista al Sindaco di Colleferro Sanna e la diretta della manifestazione

“Colleferro non accetta più rifiuti da oggi: inizia il post mortem della discarica di Colle Fagiolara”. Il Sindaco di Colleferro, Pierluigi Sanna ha oggi messo un lucchetto al cancello della discarica, un lucchetto simbolicamente tricolore a testimonianza della chiusura dell’impianto strenuamente cercata da tutta la popolazione e dai suoi sindaci. Insieme a lui, stamattina, circa cinquecento persone (scuole comprese) che si sono assiepate davanti alla discarica insieme ai sindaci della zona. Un evento che abbiamo seguito con due dirette realizzate da Alessandro Coltrè: una con un’intervista al Sindaco Sanna, l’altra sugli interventi degli amministratori.

Il Sindaco Sanna ha ribadito che Colleferro non accetta più rifiuti e che “inizia la gestione post-mortem” della discarica che “durerà 26 anni e costerà circa 25 milioni di euro”. Chi pagherà capping e post-mortem? Lo dice il Sindaco: “Lazio Ambiente ha già appostato 9 milioni di euro su un conto corrente, gli altri tramite una legge regionale si è impegnata a metterli la Regione Lazio”.

Significativo che stamattina, oltre ai Sindaci, sulla chiusa della discarica hanno “messo la faccia” anche numerosi esponenti della politica che governa la Regione Lazio. Sul palco insieme al sindaco di Colleferro Sanna e ai Sindaci di Ceprano, Labico, Artena, Lariano, Paliano, Genazzano, San Cesareo, Segni, Serrone, Piglio e molti altri, c’erano anche il vice presidente della Regione Lazio Daniele Leodori, l’assessore regionale ai Rifiuti Massimiliano Valeriani, i Consiglieri regionali Eleonora Mattia e Marta Bonafoni e anche il Consigliere regionale Massimo Cacciatore del Movimento 5 Stelle e presidente della Commissione regionale su Urbanistica, Politiche abitative e Rifiuti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

WhatsApp Contatta La Tribuna