A Valmontone ancora un braccio di ferro: Latini attacca i vertici dell’Agraria e chiede di tenere le elezioni a novembre ma la Giunta di Pizzuti tira dritto e conferma il rinvio al prossimo anno

È confermato il rinvio delle elezioni dell’Università Agraria di Valmontone. L’ente, ormai di diritto privato, ha confermato nella sua giunta il rinvio deciso dal presidente Roberto Pizzuti. E ciò malgrado la decisione abbia indispettito il sindaco di Valmontone, Alberto Latini, che oggi ha definito “non adeguata e pretestuosa” la motivazione con cui il presidente dell’Agraria ha rinviato la data del voto.

Il Primo Cittadino di Valmontone, Alberto Latini, ha scritto una lettera al presidente dell’Università Agraria, Roberto Pizzuti, affermando che la disponibilità degli spazi per allestire i seggi era stata verbalmente assicurata il 30 settembre. Tuttavia l’autorizzazione all’utilizzo dei locali pubblici è effettivamente arrivata il 14 ottobre, dopo la scadenza dei termini che l’Agraria aveva notificato al Comune. Ciò malgrado, il sindaco di Valmontone ha invitato l’ente agrario a revocare l’atto di rinvio delle elezioni. E così si è configurato l’ennesimo scontro politico tra Latini e Pizzuti con al centro l’Agraria.

Qualche giorno prima lo stesso sindaco, con quello che in apparenza sembra essere un atto d’ingerenza nelle questioni di un altro ente, aveva invitato il Presidente dell’Agraria a far presentare domanda agli uffici del Comune di Valmontone per reclutare scrutatori, presidenti di seggio e segretari. La richiesta era motivata con il fine di “garantire la massima partecipazione e consentire a tutti gli interessati di poter presentare apposita domanda di disponibilità”, come da statuto dell’Agraria, concedendo “un congruo termine anche compatibile con la data della tornata elettorale”.

La risposta dell’Agraria: elezioni rinviate e nominati gli avvocati per i terreni gravati da uso civico

La risposta alle richieste del sindaco di Valmontone da parte dell’Agraria non si sono fatte attendere, malgrado uno dei candidati, Giuseppe Carboni, aveva ritenuto “veramente grave” la decisione di rinviare il voto. Oltre al rinvio delle elezioni, la Giunta dell’Università ha anche nominato due avvocati per portare in giudizio il Comune. L’Università di Valmontone ha così deciso di tirare dritto su un’altra questione di importanza capitale: la gestione dei terreni gravati da uso civico. La Giunta dell’Agraria porterà quindi il Comune di Valmontone davanti al Tribunale Civile di Velletri per ottenere la gestione di quei terreni che sono attualmente gravati da uso civico e che sono ancora gestiti dal Comune.

Metti "Mi piace" per rimanere aggiornato

Non perderti nemmeno una notizia Seguici su Google News

Lascia un commento

Comments are closed.