La Asl Roma 5 ha iniziato dal 30 marzo, la Roma 6 è partita oggi con la somministrazione degli anticorpi monoclonali contro il coronavirus

Le Asl Roma 5 e Roma 6 procedono con la somministrazione degli anticorpi monoclonali ai pazienti malati di coronavirus. Le due Asl della provincia sud di Roma hanno avviato la somministrazione in tempi diversi. La Asl di Tivoli aveva dato il via alle prime cure con monoclonali dal 30 marzo scorso presso l’ospedale di Palestrina. La Asl dei Castelli Romani ha invece iniziato oggi. Nei Castelli la struttura scelta per questo tipo di cure è il Nuoco Ospedale dei Castelli, che è entrato a far parte di una rete di istituti di ricerca e di università.

Mostarda (Asl Roma 6): “Secondo studi preliminari i MAbs riducono le ospedalizzazioni”

“Nell’ultimo anno – afferma il direttore generale Narciso Mostarda –  la pandemia ha messo a dura prova la tenuta delle strutture ospedaliere che si sono trovate ad affrontare un marcato aumento delle ospedalizzazioni e dell’intensità delle cure a causa del COVID-19. Ciò ha determinato la creazione di posti letto dedicati che hanno inevitabilmente ridotto le risorse per le altre patologie, con squilibri nella gestione di malattie croniche, acute e nella diagnosi precoce di malattie severe. La situazione di emergenza creatasi ha spinto la ricerca scientifica a concentrarsi su due fronti: la prevenzione con lo sviluppo dei vaccini e la terapia con farmaci che potessero essere utili a evitare la progressione della malattia verso una forma severa troppo spesso a rischio vita. Gli studi effettuati finora, seppur preliminari, suggeriscono che l’utilizzo dei MAbs anti-SARS-CoV-2 in contesti precoci sia associato alla riduzione del numero di ospedalizzazioni, visite e accessi in Pronto Soccorso (PS)“.

Metti "Mi piace" per rimanere aggiornato

Non perderti nemmeno una notizia Seguici su Google News

Comments are closed.