Ancora polemiche sull’Università Agraria di Valmontone. Latini attacca Pizzuti: “Mi rendo conto che i 2000 euro lordi al mese che prende di prebende fanno comodo“. La risposta del presidente dell’Agraria: “Latini potrebbe continuare ad andare a lavorare e far risparmiare al Comune parte dell’indennità di Sindaco”

“Latini abbaia alla luna, farebbe meglio a rispettare la legge e a non farci spendere soldi per pagare gli avvocati”. Così il presidente dell’Agraria, Roberto Pizzuti, replica ad Alberto Latini nell’ennesima paradossale polemica in cui il sindaco è contrapposto al presidente in una vis polemica che non ha eguali nemmeno all’interno dell’ente agrario. Ieri infatti i tre consiglieri di opposizione Volpi, Miceli e Cerci erano intervenuti con un’asciutta dichiarazione: “Relativamente ai recenti fatti dell’università Agraria è bene sottolineare il nostro totale dissenso sulle vicende accadute. Al riguardo è importante rimarcare la nostra posizione all’interno dell’Ente che è quella di minoranza, quindi all’opposizione della Giunta guidata da Roberto Pizzuti”.

L’attacco di Alberto Latini

Oggi il sindaco di Valmontone, Alberto Latini, ha suonato la carica, con una sorta di appello ai componenti della maggioranza di Pizzuti finalizzato a sfiduciare il presidente. Nella lunga nota, che potete leggere cliccando qui, Latini ha attaccato Pizzuti e i suoi assessori affermando: “Dopo il video che lo riprende mentre imbratta i muri della città, ci saremmo aspettati che il presidente si fosse dimesso ma mi rendo conto che i 2000 euro lordi al mese che prende di prebende fanno comodo e, non a caso, continua a rinviare da più di un anno le elezioni per il rinnovo del Consiglio di amministrazione. Anche per gli assessori, credo che i circa 800 euro al mese che prendono per non fare nulla, siano un buon motivo per tenere in piedi quel signore. E gli altri cinque? Quali interessi hanno? L’Ente agrario è fermo da anni, vanno fatte al più presto le elezioni“.

Pizzuti: “Latini pensi a rispettare la legge e a non farci spendere soldi in avvocati”

La replica di Pizzuti è stata più stringata e rimanda al mittente le critiche precisando di “percepire un’indennità di mille euro nette al mese”. “Latini abbaia alla luna – ha dichiarato il presidente dell’Agraria – perché gli dà fastidio la luce. Pensi invece a fare il sindaco e a rispettare la legge consegnando i terreni che spettano all’Agraria piuttosto che costringerci a pagare gli avvocati per rivolgerci al Tribunale. Quanto all’indennità – ha concluso Pizzuti – io prendo l’importo previsto dallo statuto dell’Agraria, Latini invece potrebbe anche continuare ad andare a lavorare e far risparmiare al Comune parte dell’indennità da Sindaco che percepisce”.

Metti "Mi piace" per rimanere aggiornato

Non perderti nemmeno una notizia Seguici su Google News

Lascia un commento

Comments are closed.