Due le persone denunciate per omesso versamento dell’IVA e sottrazione fraudolenta al pagamento delle imposte

La Guardia di Finanza di Velletri ha eseguito sequestri per circa un valore di euro. Sotto sequestro beni mobili e immobili in esecuzione di un decreto emesso dal Giudice delle Indagini Preliminari del Tribunale di Velletri. Secondo quanto riferisce una nota della Finanza, il provvedimento scaturisce dalle indagini svolte dalla locale Compagnia nei confronti di un’impresa che ha omesso il versamento dell’IVA per circa 2 milioni di euro.

“Dagli accertamenti – si legge nella nota – è emerso che la società, fortemente indebitata verso il Fisco, era stata cancellata dal Registro delle Imprese dopo essere stata “svuotata” del ramo d’azienda economicamente più corposo attraverso atti simulati di cessione tra società giuridicamente distinte ma, di fatto, riconducibili alla stessa famiglia di imprenditori: i soci delle aziende cedente e subentrante erano, infatti, le medesime persone e l’operazione era stata gestita dai rispettivi amministratori, legati da rapporti di stretta parentela. Con tale stratagemma i cespiti erano così rimasti nella disponibilità del debitore ma lo Stato aveva perso ogni garanzia patrimoniale rispetto al credito vantato”.

Ai due amministratori, segnalati alla Procura della Repubblica di Velletri per i reati di omesso versamento dell’IVA e sottrazione fraudolenta al pagamento delle imposte, sono stati sequestrati, ai fini della successiva confisca “per equivalente”, un complesso industriale, un’abitazione di pregio e somme giacenti su un conto corrente bancario, per un valore di circa un milione di euro.

Metti "Mi piace" per rimanere aggiornato

Lascia un commento
Tags:

Comments are closed.