Stamattina il deposito giudiziario di Colleferro è andato in fiamme per cause accidentali. Calamita: “Il fumo si è diradato subito, nessun effetto rilevabile per la popolazione”

Per circa un’ora è bruciato stamattina il deposito giudiziario di Colleferro. Il capannone è andato in fiamme e circa quindici macchine sono state danneggiate. Il rogo è stato spento in un’oretta dai vigili del fuoco di Palestrina, Colleferro e Nemi oltre a due autobotti. Sul posto i Carabinieri della Compagnia di Colleferro, cui spetta l’indagine.

Per quanto se ne sa, l’incendio sarebbe dovuto a cause accidentali. Forse un corto circuito nel capannone. Dunque nessun atto vandalico. A seguito del rogo il Comune di Colleferro non emetterà ordinanze. “L’incendio è durato poco e il fumo si è diradato subito – ha detto il vice sindaco e assessore all’ambiente Giulio Calamita – quindi non c’è pericolo per la popolazione”.

Metti "Mi piace" per rimanere aggiornato

Non perderti nemmeno una notizia Seguici su Google News

Comments are closed.