La situazione di Artena è un unicum nazionale: ne parlano anche il sito dell’Ordine dei Farmacisti, Farmacista33 e Rifday.it

Artena balza agli onori della cronaca del mondo dei farmacisti. I principali siti di settore ne stanno parlando riprendendo le nostre cronache della vicenda. Che una città di quasi quindicimila abitanti possa rimanere senza farmacie e senza farmaci è infatti un unicum nel panorama italiano. Un record negativo che nelle riviste di settore è portato ad esempio di cosa può accadere quando una società di capitali arriva a controllare troppe farmacie.

La questione artenese il 9 gennaio è arrivata sul sito dell’Ordine dei Farmacisti di Roma, che ha titolato “Artena, come una città di 15 mila abitanti può trovarsi senza farmacie”. L’articolo, con tanto di fotografia dell’inaugurazione della Comunale, riporta ampie citazioni delle nostre cronache, offrendo la notizia a un pubblico specializzato.

La situazione di Artena trova spazio anche su Rifday.it, il sito del Mattinale d’Informazione del Farmacista che il 9 gennaio scorso ha pubblicato gli stessi contenuti del sito dell’Ordine. In entrambi i casi si mette in evidenza la situazione “a dir poco kafkiana, che induce a qualche riflessione su un’evenienza che la legge 124/2017 sembra proprio non aver presa nella benché minima considerazione, ritenendola impossibile più ancora che improbabile: il fallimento di un soggetto unico proprietario, come ad Artena, di tutte le farmacie operanti nel Comune. Un’ipotesi che, come si è visto, si è dimostrata molto meno astratta di quanto, evidentemente, qualcuno riteneva”.

Spazio alla notizia anche su Farmacista33.it, che mette in primo piano le distorsioni che possono essere provocate dalla legge che permette alle società di capitali di acquisire le farmacie. Farmacista33.it infatti titola l’articolo dell’8 gennaio scorso: “Fallisce società di capitali e il Comune di Artena resta senza farmacie e farmaci”. Anche questo articolo si basa sulle cronache del nostro sito, a testimonianza di come la situazione di Artena sta prendendo una “piega” che va oltre il locale.

Tutto ciò avviene mentre il Comune di Artena ha istituito un servizio per la consegna dei farmaci a domicilio in attesa che i farmacisti rispondano alla procedura negoziata indetta sul Me.P.A. per l’affidamento provvisorio della farmacia comunale. A parte ciò, il Comune ha già chiesto alla Regione Lazio la revoca della licenza di una delle farmacie private, così da trovare un nuovo farmacista che possa gestirla. Nell’attesa, gli artenesi gonfiano le file davanti ai banchi delle farmacie di Valmontone e Lariano.

Lascia un commento

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*