Il piano del Comune di Artena per applicare le linee guida anti covid sulla scuola “sicura”

Come si tornerà a scuola il 14 settembre prossimo? Dove mangeranno gli studenti? Come saranno gestiti i trasporti, le entrate e le uscite? Le domande sono molte e in queste settimane l’Amministrazione comunale di Artena ha fatto un piano per rispondervi, applicando le linee guida del Ministero dell’Istruzione (si trovano qui). L’ultimo degli incontri c’è stato sabato scorso, alle 8 di mattina, tra l’assessore Pecorari e il titolare della ditta che gestisce il trasporto scolastico.

Artena a scuola non ha gli stessi problemi di Lariano, che attende circa 870 banchi monoposto. Sulle scuole vanno però fatti alcuni interventi (in corso) per ampliare le aule. Il programma studiato dal Comune insieme all’Istituto Comprensivo prevede alcune novità. Intanto gli studenti il 14, quando entreranno a scuola, troveranno aule più grandi perché il Comune sta togliendo e riposizionando alcune tramezzature.

I lavori che “saranno terminati entro l’11 settembre”

Secondo quanto riferisce l’assessore ai Lavori Pubblici, gli interventi riguardano tre tramezzi a Ponte del Colle, l’ampliamento di alcune aule della “Serangeli” restringendo alcuni corridoi, la trasformazione dell’aula magna della “Serangeli” in classi. Alla “Salva D’Acquisto” di Macere gli studenti troveranno la sala mensa trasformata in aula, così come al Municipio. A Macere alcune aule sono state allargate e anche il salone della scuola dell’infanzia è diventato un’aula. Alla “D’Acquisto” è in valutazione, infine, la possibilità di creare due sezioni della prima.

Alla “De Gasperi” alcune aule del primo piano saranno ampliate mentre il piano terra dello stesso plesso sarà riservato al tempo pieno, per evitare che i dipendenti del servizio mensa debbano portare il cibo ai piani superiori. Sia nella “De Gasperi” sia negli altri plessi il pasto sarà consumato sui banchi. Quanto al servizio mensa è emerso in questi giorni che sull’avviso pubblico emesso ad inizio agosto dal Comune sono state pubblicate tariffe errate (quelle vecchie e non quelle concordate con i genitori). A quanto ci risulta si tratterebbe di un errore di copia-incolla che dovrebbe essere corretto nelle prossime ore.

Tornando ai lavori, quando termineranno? L’assessore Pecorari assicura che i lavori “saranno finiti per l’11 settembre”, assicurando 1,8 metri quadrati di spazio per ogni bambino nelle aule. Non sono previsti interventi a Maiotini e al Colubro.

Gli scuolabus e le entrate alla “De Gasperi”

Un’altra questione riguarda l’entrata e l’uscita dalla scuola ed è strettamente collegata al servizio di trasporto scolastico. Amministrazione e ditta hanno preso accordi per la sanificazione quotidiana degli scuolabus. Inoltre stanno valutando di far variare l’orario di arrivo a scuola e di aggiungere un automezzo.

Un ulteriore problema è l’accesso (e l’uscita) alla scuola, in particolare alla “De Gasperi”. Se gli studenti che arriveranno con lo scuolabus scenderanno nel piazzale, per tutti gli altri ci saranno dei percorsi prestabiliti. Per i bambini dell’asilo l’accesso sarà tramite il parco giochi. Gli altri entreranno dall’ingresso principale, da via Trieste e dal “muro del pianto”.

Metti "Mi piace" per rimanere aggiornato

Non perderti nemmeno una notizia Seguici su Google News

Comments are closed.