Ancora controlli sull’abusivismo edilizio a Valmontone: stavolta i Forestali hanno sequestrato una piscina abusiva in via di realizzazione

I sigilli per abusivismo tornano a Valmontone. Ad apporli, anche stavolta, i Carabinieri Forestali. Sotto sequestro è finita una piscina in via di realizzazione. Il sequestro è avvenuto nella zona di Colle Formale Nuovo e a farne le spese sono stati i proprietari dell’immobile e la ditta che stava realizzando i lavori. Tutti sono stati denunciati perché la piscina non era autorizzata.

Così continuano i controlli che stanno passando al setaccio Valmontone. Sigilli e ordinanze di demolizione stanno colpendo tutti. Sia chi sta realizzando opere abusive, sia chi le ha realizzate in passato e non è stato colpito da ordinanza di demolizione. Fino ad ora i casi “eccellenti” sono stati tre su un territorio che negli anni ha tollerato l’abusivismo tanto da farne un problema non solo legale ma anche politico. I cui nodi stanno venendo al pettine da quando sono arrivati gli ordini di demolizione dalla magistratura.

Metti "Mi piace" per rimanere aggiornato

Non perderti nemmeno una notizia Seguici su Google News

Comments are closed.