Mandalo ai tuoi amici

Segui La Nuova Tribuna su Telegram (clicca qui e iscriviti al canale) o su WhatsApp (clicca qui e registrati)


 

Le tariffe della Tari scendono del 10 percento

Il Consiglio comunale di Artena

Il Consiglio comunale ha approvato giovedì le nuove tariffe della Tari per l’anno in corso. Per la prima volta dopo anni le tariffe scendono invece che salire. Il voto sulle nuove tariffe è stato unanime.

La riduzione toccherà tutte le tipologie di utenze: domestiche e non domestiche. Alla riduzione generale vanno aggiunte le riduzioni per anziani soli con ISEE fino a 6500 euro e residenti del centro storico. Per entrambe le categorie la riduzione deliberata è del 30% sulla quota variabile della tariffa. Si tratterà dunque di uno sconto inferiore al 30% del totale ma comunque rilevante. Lo sconto “speciale” sarà di 30 euro per gli anziani e tra i 30 e i 176 euro per i residenti del centro storico, a seconda del numero di componenti del nucleo familiare.

Facciamo degli esempi partendo dai dati forniti dal Comune. Un anziano, che vive da solo in un’abitazione di 70 mq, pagherà circa 160 euro a fronte dei 214 euro dello scorso anno (54 euro in meno: il 25%). Una famiglia di tre persone, residente nel centro storico in una casa di 70 mq, pagherà circa 327 euro a fronte dei circa 450 euro dello scorso anno (123 euro in meno: il 27%).

Le riduzioni speciali vanno richieste entro il 15 aprile

Le riduzioni per anziani e residenti del centro storico vanno chieste entro il 15 aprile presso i competenti uffici comunali. Il termine, come spiegato ne “La Nuova Tribuna” in edicola da sabato, non è però perentorio. Per chi avrà chiesto le riduzioni entro quella data, lo sconto sarà applicato già nei prossimi avvisi di pagamento. Per coloro che presenteranno la richiesta successivamente, lo sconto sarà applicato al saldo.

L’assessore artenese Ileana Serangeli

Le rate previste da quest’anno sono quattro. Scadranno il 30 aprile, il 30 giugno, il 30 settembre e, per il saldo, il 30 novembre. “Se va a buon fine la gara del porta a porta – ha però dichiarato il vice sindaco e assessore al Bilancio Ileana Serangeli – è anche possibile il verificarsi di un’ulteriore riduzione, che potrebbe portare a non richiedere il pagamento del saldo”. L’assessore, ora vice sindaco, aveva già annunciato ad inizio anno la riduzione ora deliberata quando il Consiglio approvò la modifica del regolamento Tari. In quella seduta di gennaio l’Assise introdusse anche le riduzioni “speciali” per anziani e residenti del centro storico. Il regolamento in questione è stato di nuovo portato in Consiglio la scorsa settimana per rendere le riduzioni attuabili già da quest’anno e per introdurre l’ulteriore strumento dell’interpello.

Le tariffe deliberate sono state elaborate sulla base dei piani finanziari presentati dalla RIDA Ambiente e da Lazio Ambiente. Non risentono quindi dei possibili effetti eventualmente dovuti all’esito della gara per l’affidamento della raccolta porta a porta.

Tags:

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*