Fa ancora discutere la vicenda di ieri mattina che ha portato di nuovo i carabinieri in Comune ad Artena. Imperioli Diamante: “Non c’è stata nessuna aggressione” nei confronti della segretaria comunale

È ancora polemica ad Artena dopo al vicenda degli atti non visionati dai Consiglieri comunali di minoranza. Nella serata di ieri la segretaria comunale aveva parlato di “aggressioni verbali” operate dai consiglieri di minoranza che volevano visionare degli atti. Oggi Marco Imperioli Diamante parla di “dichiarazioni inaccettabili” della Segretaria comunale.

“Dovrebbe smetterla di fare assurde illazioni nei confronti dei Consiglieri Comunali di opposizione – ha dichiarato il Consigliere comunale -, non c’è stata nessuna aggressione nei suoi confronti. Se continua a fare queste dichiarazioni la denunceremo per calunnia. Abbiamo solamente chiesto di visionare le note arrivate dalla Prefettura, che inizialmente ha negato di aver ricevuto, e che non ci ha concesso senza dare una reale motivazione”.

“Il diritto di controllo di un Consigliere Comunale – ha proseguito Imperioli Diamante – lo si esercita liberamente senza limitazioni, è assoluto e non dipende dalla disponibilità dei funzionari. Ricordo alla Segretaria Comunale che il suo ruolo è quello di collaborare e assistere, sotto il profilo giuridico-amministrativo, gli organi elettivi dell’ente, in conformità alle leggi, allo statuto ed ai regolamenti. Rispedisco al mittente le dichiarazioni della Segretaria e la invito a lavorare, con imparzialità e nurtralità, per il bene della nostra comunità”.

A Talone: “Sono 7 anni che fa l’assessore al Bilancio e ha solo saputo creare un possibile dissesto finanziario”

E poi un attacco al vice sindaco che ieri aveva criticato le minoranze per voler far arrivare un Commissario ad Artena. Accusandole anche di “sospensione di pubblico servizio” senza chiarire quale servizio sarebbe stato sospeso dall’azione dei Consiglieri di minoranza. “Se ad Artena dovesse arrivare un Commissario Prefettizio – ha dichiarato Marco Imperioli Diamante – è solamente responsabilità di Loris Talone e dei suoi Consiglieri. Dovevano approvare il bilancio lo scorso 31 luglio e dopo un mese e mezzo non riescono a chiuderlo. Vogliamo parlare di politica? Di quali progetti debbano essere strategici e prioritari per la nostra comunità? Bene, facciamolo”

“Allora iniziassero a spiegarci – ha proseguito il Consigliere – perché volevano vendere la Farmacia Comunale. Ci spiegassero come mai vogliono vendere i terreni comunali. Per coprire forse un buco di bilancio che loro stessi hanno creato? Loris Talone rilascia queste dichiarazioni per non entrare nel merito delle sue responsabilità: sono 7 anni che ricopre il ruolo da Assessore al Bilancio e ha saputo solo creare un possibile dissesto finanziario per il nostro comune. Che lo spiegasse in piazza ai cittadini di Artena”.

Domenica una nuova manifestazione in piazza ad Artena

Domani pomeriggio le opposizioni tornano a mettere pressione all’amministrazione di Artena. Lo fanno con una manifestazione di piazza prevista alle 11 in piazza Galileo Galilei. È la seconda manifestazione in due settimane. La prima c’era stata contro la vendita della farmacia comunale.

«Domani saremo in piazza, per manifestare in merito a quanto accaduto lunedì quando nel corso del Consiglio Comunale sono avvenute una serie di irregolarità gravi – ha dichiarato Silvia Carocci, Consigliera comunale – Fatti che non hanno precedenti e che non possono passare nell’indifferenza. Come Consiglieri di opposizione abbiamo chiesto, in questi giorni, l’intervento della Prefettura perché ormai abbiamo superato il limite del consentito. Ma non è sufficiente: invito i concittadini ad essere in piazza Galilei domenica alle 11, perché arrivi un segnale forte e chiaro da parte della città di Artena».

Metti "Mi piace" per rimanere aggiornato

Non perderti nemmeno una notizia Seguici su Google News

Comments are closed.