“Ci aspettavamo un’apertura al dialogo da parte della maggioranza” afferma Silvia Carocci dopo che “Artena Cambia” ha chiesto le dimissioni di tutti

I gruppi di opposizione di Artena chiedono la convocazione di un Consiglio comuanle straordinario. A dirlo è, in una nota, il capo gruppo di “Artena Cambia” Silva Carocci. La Consigliera del gruppo che ha da subito chiesto le dimissioni dell’Amministrazione, rivolgendosi anche alla Prefettura di Roma, ha oggi dichiarato che “ci aspettavamo un’apertura al dialogo da parte della maggioranza”.

“Abbiamo chiesto un Consiglio comunale straordinario – ha dichiarato la Consigliera Silvia Carocci – per discutere di quello che sta accadendo nella nostra città, dopo gli arresti del 30 ottobre. Sappiamo tutti che l’organizzazione stessa del Comune è in affanno per questi fatti e per una serie di altri eventi che si sono verificati in questi giorni”.

Non è più un problema di schieramenti politici – prosegue la Carocci – ma di tenuta dell’intera amministrazione comunale. Ci aspettavamo un’apertura al dialogo da parte della maggioranza, vista la delicatezza dei fatti. Era importante che l’intero Consiglio comunale fosse investito da questa discussione ma così non è stato”.

In conclusione la Consigliera ha annunciato che in Consiglio le opposizioni chiederanno “anche che il Comune si costituisca parte civile nel processo che ci sarà”. Ciò perché “questa città ha bisogno di recuperare fiducia e credibilità” sostiene la Consigliera di “Artena Cambia”.

Metti "Mi piace" per rimanere aggiornato

Non perderti nemmeno una notizia Seguici su Google News

Comments are closed.