“Ripensare il tempo e lo spazio” è stato il tema del concorso dell’IPIA di Colleferro di quest’anno. Tante creazioni e tanti studenti premiati nel per “Arti e Mestieri” 2021

Quando la scuola, tramite la creatività e l’immaginazione, permette ai ragazzi e alle ragazze di seguire le proprie passioni riesce nell’intento. E questo accade da quattro anni all’IPIA “Parodi Delfino” di Colleferro, dove con il concorso “Arti e Mestieri” gli studenti si cimentano in creazioni grafiche, letterarie, video e artigianali. Il tema del concorso quest’anno è stato “Ripensare il tempo e lo spazio”. L’anno scorso il tema è stato invece “Io… diverso?”.

Sabato scorso l’Istituto è tornato a premiare le migliori creazioni degli studenti, in una festa che ormai è diventato un vanto annuale della scuola professionale di Colleferro. Dopo un breve discorso di apertura e di benvenuto della dirigente scolastica Maria Benedetti e un’introduzione di Massimiliano Santucci, si è passati alle premiazioni e alle esibizioni.

Di queste ultime ce ne sono state sei: Emanuela Bocra con una canzone in video; Daniele Pintore in un brano musicale con il clarinetto; Matteo Tranquilli, Alessandro Bruni e Giuseppe Noro con un video dedicato a “Spazio allo sport”; Marianna Pistilli con un video danzante; una poesia recitata dal prof. Antonino Biondo e un ballo in video di Riccardo Gori. Ma veniamo ai premiati e alle realizzazioni degli studenti.

La sezione dedicata alla poesia

Nella sezione poesia il primo premio è andato a Lorenzo Necci con la poesia “Il tempo”; secondo premia a Sofia Montagnese con “Caro tempo… Caro spazio”. al terzo posto quattro ex aequo: Emanuela Hera con “A quei momenti lì: dedica”, Valentina Menichelli con “Futuro incerto”, Marianna Pistilli con “Tempo = spensieratezza?” e Cristian Ramacci con “Non smettere di stupirti”.

La sezione grafica

Tre i premiati della sezione grafica. Primo premio a Caterina Vincenzi con “Abbracci negati”. Secondo premio a Giulia Pizzuti autrice de “La libertà”. Terzo premio a Francesco Buttinelli con “Prospettiva”.

I premiati della sezione video

Un gruppo di cinque studenti è stato premiato come vincitore della sezione video: Eduard Ailoae, Fabrizio Boncu, Emanuele Guidi, Filippo Taggi e Nicolò Tavani, autori di “La storia di Alessandro”. Il secondo premio è andato ad Aurora Bonanni creatrice di “Resilienza”. “Riflessioni libere” è stata l’opera che ha valso il terzo posto ad Elisa Colavecchi.

Manufatti: i premiati dell’Ipia di Colleferro

Due i gruppi premiati nella sezione manufatti per delle realizzazioni con materiale di recupero. Il primo premio è stato assegnato per l’opera “È tempo di una mobilità diversa”, realizzata da Gianmarco Fiore, Daniele Talone, Valerio Pace, Andrea Rischiatelli, Rosario Burgio, Alessio Fumini, Patrick Proietto, Alessio Borgia, Simone Ciani, Kevin D’Annibale, Sebastian Ipate, Nicolas Magistri, John Moretti, Cristian Palombi e Ronny Palombi.

Il go-kart con il motore di una vecchia lavatrice

I vincitori hanno costruito un go-kart. Per la parte elettrica è stato usato un motore a due velocità di una vecchia lavatrice, una batteria di recupero di un furgone, un inverter per la conversione da corrente continua a 12V ad alternata a 230V. Il tutto è gestito da un impianto progettato e realizzato dagli studenti in logica cablata per la gestione delle due velocità del motore. Il kart ha inoltre una pedalata assistita dallo stesso motore. La parte meccanica è stata realizzata infine “cannibalizzando” un vecchio quad a motore endotermico.

Il secondo posto

Secondo posto al manufatto “Due panchine per avere più tempo” realizzato da Davide Liberti, Samuel Latini, Sergio Giovannetti, Valerio Pontecorvo, Alessio Vinci, Matteo Tranquilli, Andrea Noro, Giuseppe Noro e Tiziano Fronteddu. In questo secondo caso gli studenti hanno costruito le panchine con materiale di recupero preso da pedane in pellet.

Metti "Mi piace" per rimanere aggiornato

Non perderti nemmeno una notizia Seguici su Google News

Comments are closed.